Visita Oculistica Pediatrica
  • Che cos'è la visita oculistica pediatrica?

    La valutazione di un eventuale difetto visivo è eseguita grazie alla tecnica chiamata schiascopia. Con tale tecnica l’oculista è in grado di prescrivere occhiali indipendentemente dalla risposta verbale del paziente sfruttando il riflesso rosso del fondo oculare.
    La fase più importante della visita oculistica, è rappresentata dall’esame del fondo oculare che ci permette di valutare lo stato di salute del nervo ottico, dei vasi retinici e della retina, con eventuali loro malformazioni. L’esame deve essere eseguito sempre in midriasi.
    Alcune patologie più o meno ingravescenti possono comunque colpire l’età infantile richiedendo un controllo più assiduo ed in alcuni casi anche un trattamento farmacologico e/o chirurgico o parachirurgico.

  • A cosa serve la visita?

    La visita oculistica pediatrica è un momento importante per la ricerca e per la prevenzione di eventuali anomalie o alterazioni.
    Se il bambino non presenta alcun sospetto di problema della vista, è bene effettuare una visita oculistica di controllo all’età di 1 anno/3 anni/6 anni.
    Successivamente, e secondo le indicazioni dell’oculista, va effettuata una visita ogni 1-2 anni.
    La diagnosi precoce di un problema oculistico migliora la prognosi e rende più efficace il trattamento.
    La visita del bambino non differisce molto da quella che generalmente è effettuata nell’adulto anche se esistono problematiche d’interpretazione legate all’età del paziente.
    La prima visita oculistica, per un bambino che non ha subito particolari problemi alla nascita e con un iter di gravidanza materna nella norma, è consigliata ad un anno d’età. L’importanza di tale visita è motivata dalla ricerca di eventuali anomalie anatomiche o alterazione della motilità oculare (strabismo) e della trasparenza dei mezzi diottrici (cornea e cristallino), che, se riconosciuti in tempo e trattati adeguatamente, non creano deficit gravi nel futuro oftalmologico del bambino.
    Va inoltre valutato se il paziente è portatore di deficit visivi mediante blocco temporaneo della capacità di mettere a fuoco (cicloplegia) e di dilatare la pupilla (midriasi farmacologica mediante colliri topici a base di tropicamide e/o cilopentolato e/o atropina).

  • Alcune patologie pediatriche a cui prestare attenzione

    Alcune patologie più o meno ingravescenti possono comunque colpire l’età infantile richiedendo un controllo più assiduo ed in alcuni casi anche un trattamento farmacologico e/o chirurgico o parachirurgico.
    Tra queste troviamo:
    – RETINOPATIA DEL PREMATURO
    – STRABISMO

Il listino speciale dedicato ai nostri clienti

  • Visita oculistica pediatrica
    100€ 80€
  • Prenota Online

    • SCELTA RAPIDA dei professionisti
    • VISIBILITA’ IMMEDIATA delle disponibilità
    • CONFERMA IN TEMPO REALE della prenotazione

  • Fissa un appuntamento
  • Chiama la nostra segreteria

    • Per avere maggiori informazioni
    • Per prenotare la tua visita
    • Per parlare con uno dei professionisti.

  • 06 98 93 24 02

Professionista di riferimento

Marisa Bruno – Medico Chirurgo specialista in Oftalmologia
Laureata in Medicina e Chirurgia e specializzata in Oftalmologia presso l’Unversita’ Cattolica del Sacro Cuore di Roma, dove ha prestato la sua attivita’ professionale sia presso il reparto di Terapia intensiva neonatale del Policlinico Gemelli – dedicandosi allo Screening e Trattamento della Rop – sia presso il Dipartimento di Ortottica, dedicandosi all’oftalmologia pediatrica.
Ha svolto attivita’ Clinica, Chirurgica e di Ricerca nella Sezione di Retina Chirurgica.
Svolge inoltre la sua attività professionale per ciechi e ipovedenti, occupandosi della riabilitazione visiva di adulti e bambini, dedicandosi anche alla sfera del plurihandicap.