visita ginecologica

Dove prenotare una Visita Ginecologica a Roma

Roma San Giovanni a Via Magna Grecia 13 (Sopra la Metro – Parcheggio Convenzionato)

Costo Visita Ginecologica

  • Visita Ginecologica
    95€ 80€
  • Ecografia Pelvica e Transavginale
    100€ 90€
  • Visita Ginecologica + Ecografia Pelvica e Transvaginale
    195€ 110€
  • Pap Test
    45€ 40€
  • Visita Ginecologica + Ecografia Pelvica e Transvaginale + Pap Test
    240€ 120€

Quanto dura la Visita Ginecologica nel nostro Studio di Roma San Giovanni

30 Minuti circa

Come prenotare una Visita Ginecologica a Roma

  • Chiama la nostra segreteria

    • Per avere maggiori informazioni
    • Per prenotare la tua Visita Ginecologica
    • Per parlare con il nostro Ginecologo

  • 06 98 93 24 02
  • La visita ginecologica a cosa serve

    L’obiettivo è la visita dei genitali femminili esterni ed interni che compongono l’apparato genitale e riproduttivo.

    L’esame permette infatti di:

    1. Accertare lo stato di normalità
    2. Prevenire e diagnosticare precocemente la presenza di eventuali problematiche, potenziando enormemente le probabilità di cura di patologie ginecologiche, quali per es. il Tumore all’Utero, Fibromi, l’Endometriosi ecc…
    3. Strutturare una cura farmacologica spiegando i meccanismi d’azione e le modalità di assunzione dei farmaci eventualmente prescritti.
    4. Programmare eventuali interventi chirurgici individuati dal ginecologo per porre soluzione alle problematiche, come per esempio la rimozione di Miomi o Fibromi o la chiusura delle Tube di Falloppio.
    5. Prescrivere ulteriori analisi ginecologiche quali:
    • Screening per la prevenzione dei Tumori che riguardano la cervice uterina o ulteriori eventuali indagini di approfondimento (HPV Test, Pap Test e Colposcopia)
    • Esame delle eventuali secrezioni vaginali riscontrate escludere infezioni quali Candidosi, Vaginiti batteriche,…
    • Test di gravidanza
    • Analisi microbiologiche per identificare eventuali microrganismi che causano alcune malattie trasmesse attraverso la sessualità come per esempio la Gonorrea e la Clamidia.
    • Analisi del muco cervicale per identificare il periodo in cui avviene l’ ovulazione e per escludere lo scenario di infertilità.

     

    Durante l’incontro, il ginecologo o la ginecologa fornisce anche un supporto per una corretta gestione della sfera intima e sessuale.

    Abbiamo per questo pensato la stanza ginecologica del nostro Studio di San Giovanni a Roma  in modo che sia un contesto intimo e protetto nel quale sia possibile e confortevole:

    • Avere nozioni necessarie al mantenere uno stile di vita sano che permetta di prevenire i comportamenti a rischio (es. contraccezione, igiene, alimentazione)
    • Porre domande alla ginecologa o ginecologo sull’ intimità, per le quali si ha necessità di avere maggiori approfondimenti
    • Essere aiutati nel percorso di concepimento
    • Avere un riferimento costante ed esperto al quale affidarsi durante tutto il percorso della gravidanza
  • Visita Ginecologica ogni quanto tempo?

    Quando si sta bene:

    Visita Ginecologica, Pap Test, insieme con Ecografia ed eventuali approfondimenti strumentali, identificati dal ginecologo, devono essere effettuati regolarmente, cioè con cadenza almeno annuale da ogni donna a partire dall’ età della pubertà.

    Un esame costante ed approfondito permette infatti il mantenimento della propria salute in termini di capacità riproduttiva e prevenzione di tumori femminili oltre di tutte le altre patologie ginecologiche.

     

    Nel caso di problematiche rilevate durante le visite precedenti:

    Il ginecologo indicherà il calendario delle visite.

  • La visita ginecologica come avviene?

    Una visita completa deve essere effettuata da un ginecologo o da una ginecologa e deve prevedere anche l’ ausilio di esami strumentali (come l’Ecografia Pelvica e Transvaginale) e di test diagnostici (come il Pap Test).

    Sono oggetto di valutazione il Seno e gli Organi Genitali Femminili, cioè la Vagina, l’ Utero, le Ovaie e le Tube di Falloppio attraversando le seguenti fasi:

    Fase 1 – Colloquio conoscitivo:

    Il ginecologo del nostro studio fa precedere la visita vera e propria da un colloquio nel quale per prima cosa effettua un’ accurata anamnesi ginecologica in merito a:

    • Precedenti controlli ginecologi e eventuali esami strumentali effettuati. È sempre consigliato portare con sé tutta la eventuale documentazione clinica precedente
    • Patologie presenti in famiglia (anamnesi familiare), quali per esempio irregolarità mestruali, menopausa precoce, tumori, diabete, disfunzioni della tiroide o disturbi della coagulazione.
    • Età del menarca (prima mestruazione)
    • Caratteristiche delle mestruazioni: data dell’ultima mestruazione, quantità e durata del ciclo, dismenorrea; perdite ematiche tra un ciclo e quello successivo, sindrome premestruale , eccetera. Per rispondere a queste domande è molto utile portare un calendario con le le date di inizio e fine del ciclo.
    • Eventuale utilizzo di farmaci e per quale necessità vengono assunti
    • Stile di vita (metodo contraccettivo utilizzato, abitudine al fumo, qualità del sonno, alimentazione, pratica di attività fisica, eventuale stipsi e disturbi della funzione urinaria eventuale assunzione di alcool/stupefacenti)
    • Allergiemalattie passate, gravidanze, interventi chirurgici
    • In caso di necessità il ginecologo registra anche la pressione arteriosa, l’altezza e il peso

    Il medico successivamente si focalizza sul motivo della richiesta della visita, per individuare se si tratti di un controllo in assenza di problemi percepiti dalla paziente o se siano presenti dei sintomi.

    In questo secondo caso vanno riferiti in modo preciso:

    • Problemi rilevati dalla paziente quali per esempio prurito, bruciori e/dolori, secrezioni vaginali
    • In quale momento si sono manifestati
    • Che cosa allevia o contribuisce a far peggiorare i problemi riferiti al medico

     

    Per te la visita ginecologica è imbarazzante?

    Niente paura il nostro ginecologo dedica infatti sempre molta attenzione a questo momento della visita, che rappresenta un contesto protetto nel quale affidarsi al professionista.

    Per questo il ginecologo:

    • Fornisce le info in modo quanto più accurato e completo possibile.
    • Spiega in cosa consiste la visita che andrà ad eseguire

    L’obiettivo è che la paziente possa fare domande al ginecologo per avere tutte le informazioni per lei importanti e sentirsi a suo agio.

     

    Fase 2 – Visita genitali esterni:

    La paziente viene fatta accomodare su un lettino fatto per far stare comoda la paziente nella posizione ginecologica, la posizione ottimale per consentire al ginecologo di visitarla al meglio.

    L’ispezione riguarda:

    • L’ esame pelvico bimanuale per rilevare cicatrici dovute a interventi chirurgici passati (vedi taglio cesareo, appendicite) o eventuali tumefazioni della parete addominale.
    • I linfonodi inguinali per escludere alterazioni correlate a malattie sessualmente trasmesse e neoplasie
    • La pelle del pube
    • I genitali esterni (grandi e piccole labbra, clitoride, imene, meato urinario, sbocco delle ghiandole vaginali, ano e perineo) per rilevare o escludere la presenza di arrossamenti, lesioni, noduli, gonfiori, secrezioni anomale, piccole vescicole segni di herpes genitale, eczemi causati dal grattamento per un prurito vulvare, escrescenze a livello perianale o vulvare segni di condilomi acuminati, prolassi dell’utero e/o delle pareti vaginali e eventuale perdita involontaria di urine.

     

    Fase 3 – Visita genitali interni:

    Il ginecologo prosegue poi la visita ginecologica con lo speculum (strumento monouso di materiale plastico, costituito da due valve, che una volta inserito delicatamente in vagina viene divaricato). Lo speculum consente di ispezionare sia il collo dell’utero escludendo eventuali ulcerazioni o formazioni patologiche, sia le pareti interne della vagina, individuando la presenza di infiammazioni, secrezioni, lacerazioni, polipi.

    In questo momento, se necessario, verrà effettuato il Pap test

    Alla rimozione dello speculum si procede con la visita ginecologica bimanuale dei genitali interni per valutare la forma ed il volume dell’utero, delle tube di falloppio e delle ovaie. Quando il medico termina l’ispezione vaginale esclude la presenza di tracce ematiche o secrezioni.

    Fase 4 – Visita ginecologica rettale

    In alcuni casi il ginecologo valuta di eseguire anche una visita ginecologica rettale che è utile:

    • per identificare Ragadi anali, Emorroidi, Polipi, Condilomi
    • quando l’ispezione vaginale è difficile a causa di eccessivo dolore durante la visita ( per esempio nel caso di vaginismo) o in alcuni casi di pazienti vergini
  • Pap test: doloroso?

    Il Pap Test non è doloroso mediante uno scovolino ed una spatolina si striscia delicatamente sulla superficie e nel canale cervicale (striscio ginecologico), per prelevare alcune componenti cellulari da sottoporre ad esame dell’anatomopatologo.

    Il Pap Test è uno screening molto efficace che permette la prevenzione del tumore del collo dell’utero.

    Deve essere svolto almeno ogni 2 anni

    Questo esame individua anomalie del collo dell’utero come infiammazioni oppure cellule precancerose o tumorali e per questo consente di trattare le problematiche precocemente prima che degenerino in senso neoplastico.

  • Ecografia transvaginale, ecografia pelvica che cos’è?

    L’ ecografia pelvica e transvaginale è un importante mezzo, che permette la diagnosi precoce di lesioni di interesse ginecologico e/o il controllo di lesioni pre esistenti.

    Dopo la visita ginecologica con speculum nel nostro studio di Roma San Giovanni i ginecologi effettuano dunque una ecografia sia interna (pelvica) che esterna (transvaginale) per valutare l’anatomia uterina e i rapporti anatomici tra utero e ovaie.

    L’ecografia pelvica e transvaginale non è dolorosa e soprattutto non è un esame dannoso per la salute perché utilizza il meccanismo degli ultrasuoni, che sono innocui per il nostro organismo.

  • Palpazione del seno

    Nell’ ultimo step dell’ esame ginecologico il ginecologo o la ginecologa del nostro studio di Roma San Giovanni effettuano la palpazione del seno per escludere la presenza di eventuali noduli e nel farlo spiegano alla paziente come eseguire lo stesso check a casa mensilmente dopo che si è concluso il ciclo da una settimana.

  • La visita ginecologica: dolorosa?

    La visita ginecologica non è dolorosa.
    L’importante è accomodarsi sul lettino rilassando la muscolatura vaginale e addominale respirando lentamente e profondamente.
    Il ginecologi del nostro studio di Roma San Giovanni dedicano molta attenzione nel eseguire le manovre con delicatezza spiegando che cosa stanno effettuando in quel momento del loro esame obiettivo ginecologico.

  • Quando bisogna prenotare una visita dal ginecologo completa?

    La visita specialistica ginecologica è fortemente consigliata quando si presentano problemi ginecologici con sintomi come:

    • Perdite vaginali con caratteristiche anomale rispetto alla consistenza, alla quantità del flusso, al colore, all’ odore
    • Perdite ematiche al di fuori del ciclo normale delle mestruazioni
    • Problematiche relative al ciclo mestruale (amenorrea, irregolarità del ciclo, mestruazioni dolorose o eccessivamente abbondanti)
    • Dolore nella zona pelvica (con o senza mestruazioni)
    • Bruciore
    • Dolore vaginale
    • Prurito intimo
    • Cambiamenti osservabili nel seno o nei capezzoli (noduli, dolore, secrezioni cisti, mastopatia,…);
    • Dolore durante i rapporti sessuali
    • Sintomi legati alla menopausa
    • In caso di timore di aver contratto una malattia venerea

    Ovviamente una visita ginecologica completa va prenotata con frequenza regolare per effettuare un controllo di:

    • Prevenzione periodica in assenza di sintomi
    • Eventuali patologie già diagnosticate (es. endometriosi, vaginiti, cisti ovariche).
    • Una gravidanza (desiderata o indesiderata)
  • Quando fare la prima Visita Ginecologica?

    La prima visita ginecologica è consigliabile a partire dai 15 anni.
    Solitamente, la prima mestruazione (menarca) si manifesta in un periodo che va dai 10 e i 16 anni, ma i flussi mestruali veri e propri compaiono intorno ai 13 anni.

    La prima visita dal ginecologo è molto importante quando comincia un’ attività sessuale, questo per consigliare un comportamento corretto rispetto alla sessualità: considerare le reali possibilità di concepimento implica la possibilità di identificare insieme al ginecologo i metodi contraccettivi più idonei e l’ approfondimento dei comportamenti a rischio da evitare.

    A prescindere dal primo controllo la visita ginecologica è consigliabile se insorgono problemi ginecologici con sintomi specifici come:

    • Infiammazioni dei genitali esterni, bruciore intimo o prurito
    • Perdite vaginali inconsuete per quantità del flusso, consistenza, colore, odore
    • Dolori della zona pelvica;
    • Ciclo non regolare
    • Mestruazioni non ancora presenti dopo i 15-16 anni.
    • Tumefazioni addominali;
    • Alterazioni dello sviluppo dell’apparato genitale
    • Disfunzioni ormonali
  • Prima Visita Ginecologica vergine: si può fare?

    La visita ginecologica da vergine può essere eseguita in totale sicurezza.

    I ginecologi del nostro studio di Roma San Giovanni utilizzano degli strumenti appositi (speculum per vergini), che prevedono un ingresso molto delicato attraverso un imene integro.
    Inoltre in alcuni casi specifici, i nostri ginecologi decidono di eseguire anche una visita ginecologica rettale.

  • Visita ginecologica: mestruazioni si esegue lo stesso?

    Non è ideale effettuare una visita ginecologica con ciclo.
    Quando si sta bene e si effettua la prenotazione di una visita ginecologica per il controllo periodico a scopo di prevenzione: bisogna controllare il calendario per verificare di non avere le mestruazioni il giorno dell’appuntamento.
    Questo vale soprattutto nel caso in cui si sia previsto di effettuare anche il Pap Test: la presenza di sangue interferisce infatti con i risultati delTest.
    Il periodo ottimale nel quale prenotare un controllo dal ginecologo è 10-20 giorni dopo l’inizio delle mestruazioni.
    Se dopo la prenotazione della visita arrivano le mestruazioni è bene avvertire il ginecologo chiamando il nostro studio di Roma san Giovanni per valutare l’opportunità di slittare l’appuntamento.
    In caso di urgenze come emorragie o minaccia di aborto: il ginecologo esegue l’ esame ginecologico anche in presenza delle perdite ematiche.

  • Visita ginecologica: depilazione necessaria?

    Non c’è nessun obbligo sulla depilazione per la visita ginecologica: come o quanto depilarsi sono una libera scelta di ogni paziente.
    L’importante è fare ciò che consente di sentirsi tranquilla e rilassata durante l’esame.
    Questo per tranquillizzare anche le domande che si pongono spesso le giovani pazienti sulla prima visita ginecologica: depilazione non imposta da nessuna regola!
    Il Ginecologo e la Ginecologa del nostro studio di Roma San Giovanni non hanno necessità specifiche rispetto questo aspetto per eseguire il loro esame obiettivo.

  • Rapporti sessuali prima della visita ginecologica: quali indicazioni?

    Non ci sono indicazioni contrarie: si possono avere rapporti sessuali prima della visita ginecologica

  • Come scegliere il ginecologo: ginecologo o ginecologa?

    La risposta a questa domanda è soggettiva.
    Il professionista giusto è quello che riesce a mettere a suo agio la paziente in modo che per lei non sia una visita ginecologica imbarazzante.
    Il bravo ginecologo o la ginecologa brava è quello/ quella con cui si instaura un rapporto di fiducia
    All’interno dell’incontro la paziente deve sentirsi libera di porre tutte le domande alla ginecologa o ginecologo di cui ha necessità per ottenere informazioni approfondite e complete.
    Per questo i ginecologi del nostro studio di Roma San Giovanni dedicano molto tempo al colloquio iniziale, nel quale ogni paziente ha la possibilità di conoscerli e di entrare in relazione con loro per sentirsi a suo agio all’interno di un momento molto intimo e delicato ma importantissimo per la salute di ogni donna.
    E quindi…Paura della visita ginecologica? Niente paura c’è il ginecologo o la ginecologa che vi spiegherà tutto in modo da farvi sentire tranquille prendere cura di voi.
    La risposta a questa domanda è soggettiva.
    Il professionista giusto è quello che riesce a mettere a suo agio la paziente in modo che per lei non sia una visita ginecologica imbarazzante.
    Il bravo ginecologo o la ginecologa brava è quello/ quella con cui si instaura un rapporto di fiducia
    All’ interno dell’incontro la paziente deve sentirsi libera di porre tutte le domande alla ginecologa o ginecologo di cui ha necessità per ottenere informazioni approfondite e complete.
    Per questo i ginecologi del nostro studio di Roma San Giovanni dedicano molto tempo al colloquio iniziale, nel quale ogni paziente ha la possibilità di conoscerli e di entrare in relazione con loro per sentirsi a suo agio all’ interno di un momento molto intimo e delicato ma importantissimo per la salute di ogni donna.
    E quindi…Paura della visita ginecologica? Niente paura c’è il ginecologo o la ginecologa che vi spiegherà tutto in modo da farvi sentire tranquille prendere cura di voi.

  • Preparazione visita ginecologica: che bisogna fare?

    Non ci sono indicazioni particolari per la preparazione alla visita ginecologica.
    Va benissimo effettuare sia una comune detersione intima che una depilazione come d’abitudine, per il medico la presenza dei peli non rappresenta un ostacolo.
    L’unica cosa utile che si può fare è quella di svuotare sia il retto che la vescica prima di entrare all’ appuntamento con il ginecologo o la ginecologa.

  • Come Vestirsi per la visita ginecologica?

    La visita ginecologica si svolge togliendogli slip e facendo accomodare la paziente sul lettino nella posizione ginecologica. Per la visita senologica basterà slacciare il reggiseno al momento dell’esame da parte dei ginecologi.
    È utile avere indumenti che si tolgono e rimettono facilmente
    Nella stanza dei ginecologi del nostro studio di Roma San Giovanni c’è un paravento dove la cliente può spogliarsi e appoggiare i vestiti.

Il Ginecologo a San Giovanni Roma: Paolo Maniglio

ginecologo

Medico Chirurgo specialista in Ginecologia e Ostetricia

La sua caratteristica professionale è quella di essere oltre che Ginecologo, Chirurgo. Questo vuol dire che incontra le pazienti per la visita ginecologica presso il nostro studio di Roma San Giovanni, ma qualora l’esame obiettivo lo evidenzi, esegue lui stesso gli interventi di chirurgia ginecologica a Roma, in ospedali sia pubblici che privati.
Le sue pazienti lo scelgono perché oltre alla competenza, apprezzano moltissimo la sua grande capacità e il suo essere rassicurante e molto disponibile ed esauriente, nel fornire tutte le informazioni di cui si ha necessità.
In alcuni feed back interni abbiamo trovato “vengo qui perché voi avete il miglior ginecologo di Roma” e “cercavo un bravo ginecologo e l’ho trovato qui!”

Da sempre si dedica con grande passione alla ricerca, alla prevenzione e cura della salute della donna.
Attualmente svolge attività di Ricerca presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea (Sapienza Università di Roma) dove si occupa di Dolore Pelvico, Endometriosi e della Prevenzione della Fertilità Femminile e precedentemente ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Oncologia presso l Università La Sapienza Roma.

È Medico Ginecologo presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea Sapienza Università Roma e presso Ospedale Fatebenefratelli San Pietro, Roma dove svolge l’attività di Ostetricia e di Gestione della Gravidanza.

Appassionato di salute della donna nelle varie fasi della vita: dall’ adolescenza con la prima mestruazione, passando per la maternità fino alla menopausa,si occupa delle seguenti patologie:

  • Alterazioni del ciclo mestruale
  • Sindrome premestruale
  • Dismenorrea
  • Papilloma virus (HPV)
  • Vaginismo
  • Anorgasmia
  • Cisti ovariche
  • Endometriosi
  • Fibroma
  • Infertilità
  • Sterilità

La Ginecologa a Roma San Giovanni: Elisa Lo Prete

dottoressa ginecologa roma

Medico Chirurgo specialista in Ginecologia e Ostetricia

Come raccontare la Dottoressa? Ginecologa per Passione!

Dopo una corposa e diversificata esperienza in reparti di Ospedale di Roma e dintorni quali:

  1. Università degli Studi di Roma “Sapienza” presso il Dipartimento di Scienze Ostetrico – Ginecologiche e Scienze Urologiche, diretto dal Prof. Vincenzo Gentile
  2. Ospedale Santa Maria Goretti di Latina presso la sala parto diretta dal Dott. Francesco Maneschi
  3. Policlinico Umberto I, Università “Sapienza”, Roma presso
  • Dipartimento di Ginecologia Oncologica (Sala Operatoria e Day Hospital) diretto dal Prof Pierluigi Benedetti Panici
  • Dipartimento di Emergenza e Urgenza diretto dal Prof. Claudio Modin
  • Dipartimento di Medicina Clinica diretto dal Prof. Filippo Rossi Fanelli

la Dottoressa ha scelto di dedicare tutto il suo tempo professionale alle sue pazienti che sono state felicissime di avere finalmente più possibilità in agenda prenotare con lei un appuntamento.

Tante volte è infatti successo che sono arrivate pazienti di tutte le età alla ricerca di una brava ginecologa a Roma alla quale affidarsi ,e queste stesse pazienti non solo sono rimaste, ma hanno consigliato la Dottoressa come ginecologa alle amiche, alle figlie, alle sorelle, alle mamme.

La caratteristica che tutte le riconoscono oltre alla professionalità e alla competenza è infatti quella di saper ascoltare e di entrare in empatia con la paziente.

Instancabilmente appassionata del suo lavoro si occupa delle seguenti patologie:

  • Alterazioni del ciclo mestruale
  • Dismenorrea
  • Amenorrea
  • Sindrome premestruale
  • Secchezza vaginale
  • Cistite
  • Incontinenza urinaria
  • Infertilità
  • Malattie sessualmente trasmesse
  • Menopausa
  • Cisti ovariche
  • Ovaio policistico
  • Prolasso Uterino
  • Fibromatosi uterina
  • Chiama la nostra segreteria

    • Per avere maggiori informazioni
    • Per prenotare la tua Visita Ginecologica
    • Per parlare con il nostro Ginecologo

  • 06 98 93 24 02